GIRO DI BANCONOTE FALSE IN CITTÁ, È ALLARME TRUFFA TRA I NEGOZIANTI

euro-banconoteCaccia aperta in città agli spacciatori di banconote false. L’allarme è scattato da alcune settimane. Sempre più spesso commercianti e bancari si ritrovano a fare i conti con denaro contraffatto. Banconote di piccolo taglio, da dieci, venti, e sempre più spesso da 50 euro che in genere vengono rifilate ai negozianti nelle ore di chiusura. Così a farne le spese a volte sono gli stessi clienti che se le ritrovano come resto.
Il tam tam è scattato in via San Faustino, in zona Carmine, ma si sta allargando a macchia d’olio in tutta la città dal quartiere di San Polo, Sant’Eufemia al centro. Andrea di El Forner, per correre ai ripari ha deciso di comprare l’Eurocheck, un apparecchio che scova i falsi perchè spesso gli è capitato di ritrovarsi con banconote contraffatte. «Mi era capitato fin troppe volte di rimanere truffato – spiega – solitamente sono tipi loschi o poco affidabili  e il controllo elettronico è di certo una sicurezza». Un macellaio di corso Magenta conferma: «Io la fregatura l’ho presa con un taglio da 50 – dice-. Mi capitava soprattutto verso sera che entrassero per comprare una bottiglia di vino con tagli grandi, da 100 e da 200. Allora non mi sono più fidato. Ho comprato la macchinetta, anche se è un investimento perché costa più di 300 euro, ma oggi con i tagli da 500 puoi anche perdere un milione di vecchie lire. Avevo sentito che il pasticcere aveva preso 100 euro false e anche il calzolaio».
«L’ultima volta mi è capitato a marzo, era una banconota da 100 e si vedeva lontano un miglio – spiega un negoziante di abbigliamento in zona San Faustino -. Una ragazza era entrata e stava guardando gli articoli e aveva lasciato i soldi sul bancone. Ho sentito che ultimamente i bancari ne hanno trovate tante, soprattutto da 50. Onde evitare fregature mi sono fatto spiegare i modi per non cadere nel tranello. Ci sono delle caratteristiche che sono impossibili da contraffare».
Franca Testa di F104 Calzature. «Una banconota da 20 euro ce l’hanno rifilata anche a noi. Al momento non mi ero accorta, non ci fatto caso. Poi quando abbiamo fatto i versamenti in banca ho visto che la riga era fatta col pennarello».



One Comment

  1. Cartamoneta wrote:

    Bel post, adoro la cartamoneta delle vecchie lire !