POESIE INEDITE

Non c’è solitudine più grande di un uomo,
di un uomo che non si ferma
non si ferma per non stare solo.

(inedito di Maria Zanolli, ottobre 2009)

 

Il teatro è finito

mi è rimasto in tasca
un fazzoletto bianco
ci sono le tue iniziali
lo faccio cadere per terra
insieme agli applausi.

(inedito di Maria Zanolli, ottobre 2009)

e se non fossi tu
tu che sei altro da te
e io
non conosco più

(inedito di Maria Zanolli, settembre 2009)

Bologna stasera è uno schianto
si specchia nel cielo
come una amante
tutti la guardano
e lei non si accorge
oppure fa finta
si fa camminare anche senza amore
c’è chi la cerca in un vino
chi la insegue in un bar
ma lei noncurante
si mette il rossetto
sorride distratta
stasera Bologna è senza vergogna

(inedito di Maria Zanolli, 12 ottobre 2009)

è finito anche il silenzio stasera
il cielo è in un bicchiere vuoto
ci spengo la sigaretta
l’ultima

(inedito di Maria Zanolli, ottobre 2009)

e tu mi dici che non sai
non sai che vita vuoi
e non ti accorgi che la vita
un giorno come un altro può finire
c’è chi è già condannato in questo istante
non posso io ora smetto di soffrire
per te che hai una vita e non sai.

(inedito di Maria Zanolli, ottobre 2009)

 

 

 

 



One Comment

  1. mph wrote:

    cerco di stare fermo ma non posso. occorre muoversi quando fa male, muovere le mani e gli occhi che schizzano da una parte all’altra. quando fa male non sai stare fermo. non vuoi stare fermo per non piangere. se non ti muovi sei perduto, va a finire che nuoti da quanto sale ti è scappato giù. e continuerti a chiederti. continui a chiederti.